I 16 Tratti di personalità. Il Test: che tipo di carattere hai?

Elenco delle domande e delle risposte del Test senza sistema di calcolo dei punteggi. Esegui il Test in versione integrale per ottenere il tuo profilo personalizzato e dettagliato, nonché un attestato di partecipazione tramite email.

Vai al IL GRANDE TEST DELLA PERSONALITA’ – INTEGRALE

Differisce da tutti gli altri perché offre risposte complesse e non una scala quantitativa (poco, abbastanza ecc)

CATEGORIE DOMANDE – TRATTI DI PERSONALITA’

1 – Socievolezza: I due estremi sono: asocialità ed espansività.
2 – Razionalità: I due estremi sono: irrazionalità e razionalità.
3 – Emotività: I due estremi sono: impulsività ed autocontrollo.
4 – Perfezionismo: I due estremi sono: faciloneria e pignoleria.
5 – Vivacità: I due opposti sono: pigrizia e dinamicità.
6 – Estroversione: I due estremi sono: introversione ed estroversione.
7 – Coscienziosità: I due estremi sono: irresponsabilità e assennatezza.
8 – Sensibilità: I due estremi sono: insensibilità e sensibilità.
9 – Tolleranza: I due opposti sono: severità e accondiscendenza.
10 – Creatività: I due opposti sono: convenzionalità e originalità.
11 – Accortezza: I due opposti sono: ingenuità e avvedutezza.
12 – Sicurezza: I due opposti sono: insicurezza e fiducia in sé.
13 – Autonomia: I due estremi sono: obbedienza ed autodeterminazione.
14 – Spiritualità: I due opposti sono: materialità e spiritualità.
15 – Ironia: I due opposti sono: seriosità e puerilità.
16 – Egoismo: I due estremi sono: egocentrismo e altruismo.

——————————————

SOCIEVOLEZZA

1 – Ti piace conoscere nuove persone?
No, mi crea un forte disagio
Non sempre: dipende dal momento
Abbastanza, parlando in generale
Molto, specialmente quando esco in compagnia
Moltissimo: anche quando sono in giro da solo/a

2 – Incontri per caso una persona che non vedevi da anni e quest’ultima ti invita in un locale che non conosci la sera stessa. Che fai?
Cerco di concludere la conversazione e andarmene
La lascio parlare sapendo già che declinerò l’invito
Mi informo sul locale e sugli altri invitati, ma deciderò in seguito
L’invito mi fa piacere, voglio andare, però devo trovare qualcuno che venga con me
Fantastico, non vedo l’ora che arrivi il momento!

3 – Provi mai il desiderio di trascorrere del tempo da solo/a?
Spesso, adoro la solitudine
Qualche volta, quando ne sento il bisogno
Raramente, in generale sto meglio in compagnia
No: se succede non è per mia volontà
No, mai: sto molto meglio in mezzo agli altri

4 – Quanti amici ritieni di avere?
Nessuno
Uno o due
Almeno tre o quattro
Una decina circa
Moltissimi, non so esattamente quanti

—————————————————

RAZIONALITA’

5 – Ti si presenta un pericolo inaspettato che potrebbe causarti seri danni se non reagisci prontamente. Qual è la tua prima reazione?
Vado nel panico e mi metto ad urlare
Lo spavento mi blocca, ma cerco comunque di reagire istintivamente
Resto spiazzato per un attimo, poi rifletto velocemente su come reagire
Reagisco subito in maniera meccanica senza farmi intimorire
Cerco di comprendere rapidamente la situazione e nel frattempo provo a reagire

6 – Dopo aver litigato con qualcuno, magari per motivi tutto sommato banali, che cosa pensi?
Penso di avere ragione e mi aspetto delle scuse
Penso che forse abbiamo esagerato entrambi, ma resto sulle mie posizioni
Penso che dovremmo passarci sopra, tutto sommato non era nulla di così importante
Mi chiedo se ne valesse la pena e se non sia invece il caso di fare pace
Rifletto sul mio comportamento a sangue freddo e poi cerco di chiarirmi con l’altro/a

7 – Ti sorge un dubbio riguardo a qualcosa che potresti aver fatto in maniera negligente. La tua prima reazione?
Mi distraggo con qualcosa per non pensarci più
Cerco di scacciare il dubbio anche se poi ritorna
Mi fermo un attimo a riflettere e mi rispondo che è tutto a posto
Ripercorro mentalmente la situazione e vedo se ho sbagliato qualcosa
Riesamino il tutto in ogni minimo dettaglio finché non trovo il problema

8 – Ti immedesimi facilmente quando guardi un film?
Moltissimo: piango e rido a crepapelle
Molto, ma dipende anche dai personaggi
Abbastanza, soprattutto nei ruoli particolari
Poco, salvo rare eccezioni
Per niente: un film resta un film

—————————————————

EMOTIVITA’

9 – Qualcuno fa una battuta discutibile sul tuo conto credendo di non essere udito. Come reagisci?
Non mi sento toccato/a dalle parole di quella persona
Provo un piccolo fastidio ma lascio correre
Ci resto male e penso a come potermi vendicare in futuro
Mi indispettisco e appena possibile vado a parlare con la persona maleducata
Mi arrabbio e affronto la persona maleducata

10 – Sei in fila alla cassa quando qualcuno ti passa davanti facendo finta di nulla. La tua prima reazione?
Non mi preoccupo della cosa perché non ne vale la pena
Lo guardo con aria inquisitiva per qualche istante e lascio perdere
Gli faccio presente che ha scavalcato la fila e lo prego di tornare al suo posto
Gli lancio un’occhiata di disprezzo e se non torna al suo posto gli dico qualcosa
Gli urlo contro di tornare al suo posto

11 – Hai mai l’impressione che il tuo stato d’animo (negativo) incida sulle tue azioni?
Per niente: il mio umore è stabile e non mi crea problemi
Pochissimo: incide soltanto quando sto veramente male, ma riesco comunque a non pensarci
Abbastanza: certe volte rende le cose più complicate, ma il risultato non cambia
Molto: mi condiziona e mi rende meno produttivo/a, ma senza stravolgere il risultato
Moltissimo: incide pesantemente su quello che faccio fino a bloccarmi del tutto

12 – Il maltempo è un vero guastafeste. Sei d’accordo?
Per niente: la pioggia non mi spaventa e comunque ha il suo fascino
Non molto: si può sempre fare qualcos’altro o rimandare
Sì e No: può dare fastidio ma non è la fine del mondo
Abbastanza: mi indispone e scombina i miei progetti
Completamente: mi mette di cattivo umore e mi provoca ansia

—————————————————

PERFEZIONISMO

13 – Sperimenti una nuova attività e ti accorgi che è più difficile del previsto. Come ti comporti?
Rinuncio: non mi piacciono le cose complicate
Continuo come posso, nessuno è perfetto dopo tutto
Mi chiedo come posso migliorare, ma senza perderci troppe energie
Analizzo meglio la situazione, chiedo consiglio, riprovo
Ne faccio una questione di principio, mi esercito e riprovo finché non mi riesce bene

14 – Arriva la sera, rivedi mentalmente quello che hai fatto durante la giornata e ti rendi conto di aver trascurato delle cose. Il tuo primo pensiero?
Poco male, non muore nessuno
Non è la fine del mondo, ci penserò domani
Accidenti, qualcosa va fatto, rimedierò domattina
Ho il dovere di rimediare, lo farò prima di andare a dormire
Devo rimediare immediatamente

15 – Rielaborare il passato aiuta a comprendere i propri errori per migliorarsi nel presente. Sei d’accordo?
Per niente: meglio non rivangare il passato
Poco: tutti facciamo errori ma ripensarci troppo spesso non aiuta
Abbastanza: capire certi errori del passato può evitarci di ripeterli
Molto: migliorarsi è fondamentale e il passato è un maestro
Completamente: la vita è un processo di perfezionamento continuo

16 – Hai mai l’impressione che le persone, parlando in generale, mettano poco impegno e precisione nel proprio lavoro?
No, mai: c’è molta professionalità
Raramente: nella maggior parte dei casi la gente lavora bene
Qualche volta: ci sono persone competenti e altre incapaci
Abbastanza spesso: lavorare seriamente non è per tutti
Molto spesso: infatti preferisco fare da solo/a quando posso

—————————————————

VIVACITA’

17 – Meglio salire le scale o prendere l’ascensore?
Sempre e comunque l’ascensore
Le scale solo per un piano, altrimenti l’ascensore
Le scale, tranne quando non ne ho proprio voglia
Le scale almeno fino al terzo piano
Sempre e comunque le scale

18 – Ti viene affidato un compito senza specificare quando dovrai terminarlo. Il tuo approccio?
Ci penserò un’altra volta dato che non è urgente
Me ne occuperò quando avrò tempo
Me ne occuperò entro sera se possibile
Concludo quello che sto facendo e poi me ne occupo
Me ne occupo subito e non ci penso più

19 – Leggendo una frase all’interno di un libro incontri un termine di cui non conosci il significato. Che fai?
Niente di particolare, continuo a leggere se ne ho voglia
Mi chiedo cosa possa voler dire, poi riprendo a leggere
Leggo ancora un pochino e poi vado a cercarne il significato
Concludo la frase e poi vado a cercarne il significato
Interrompo subito la lettura, ne cerco il significato, poi rileggo la frase

20 – Quale fra le seguenti attività ti rilassa maggiormente?
Dormire
Poltrire sul divano
Guardare un bel film
Cucinare o riparare qualcosa
Una lunga camminata

—————————————————

ESTROVERSIONE

21 – Scegli, fra le seguenti situazioni, quella che ti suscita la sensazione più positiva:
Una passeggiata nella natura lontano dalle persone e dal rumore
Una cena in casa fra amici intimi
Essere cercato/a e considerato da amici e conoscenti
Conoscere nuove persone quando esco
Essere al centro dell’attenzione durante una festa o un raduno

22 – Quando hai dei dubbi o delle curiosità, preferisci:
Rifletterci sopra per conto tuo ed informarti autonomamente
Informarti autonomamente e chiedere alle persone più vicine
Chiedere ad amici e parenti ed eventualmente fare qualche ricerca
Condividerli subito con parenti e conoscenti
Condividerli subito con più persone possibile, anche sconosciute

23 – Trascorrere molto tempo in mezzo alla gente e al movimento, ti trasmette:
Una sensazione di disagio: mi toglie energia
Una sensazione generalmente poco positiva
Una sensazione di indifferenza: non mi tocca particolarmente
Una sensazione positiva: mi trovo a mio agio
Una sensazione di energia: lo adoro

24 – Che effetto ti fa l’idea di parlare in pubblico?
Mi spaventa
Mi imbarazza
Mi crea un leggero disagio
Mi lascia indifferente
Mi esalta

—————————————————

COSCIENZIOSITA’

25 – Ti capita mai di usare il telefono mentre guidi, vai in bicicletta o cammini sulla strada?
Certo, qual è il problema? Lo fanno tutti
Spesso: sono in grado di fare entrambe le cose senza problemi
Qualche volta: ma quando lo faccio presto la massima attenzione
Raramente: solo in caso di emergenza
Mai: basta un attimo di distrazione…

26 – Quando esegui un’azione abitudinaria, ripetitiva, lo fai:
Sovrappensiero mentre svolgi anche altre attività
In modo automatico, cercando di distrarti il meno possibile
Speditamente, ma evitando distrazioni
Con calma, procedendo per gradi
Focalizzando tutta la tua attenzione sui dettagli

27 – Una persona ti fa notare, educatamente, che un certo tuo comportamento le ha arrecato fastidio/pericolo. Il giorno successivo, che cosa pensi a riguardo?
Che la colpa è sua, non mia
Penso che quella persona abbia esagerato e passo oltre
Penso che non era mia intenzione creare problemi e cercherò di fare più attenzione
Mi chiedo dove ho sbagliato e se c’è modo di rimediare
Rifletto su quello che mi ha detto e faccio un esame di coscienza

28 – Rifletti mai sulle potenziali conseguenze delle abitudini che metti in pratica ogni giorno, come guidare, usare strumenti meccanici, pubblicare informazioni online?
No, mai: quali sarebbero le conseguenze?
Quasi mai: mi fido sufficientemente delle mie capacità
Ogni tanto: specialmente quando mi accorgo di aver corso un rischio
Spesso: l’attenzione non è mai troppa
Costantemente: mai sottovalutare quello che si fa

—————————————————

SENSIBILITA’

29 – L’immagine di un animale che sta soffrendo per la fame ti suscita:
Niente di particolare
Un leggero fastidio
Una sensazione di disagio
Un forte malessere
Un profondo malessere e commozione

30 – Quando una persona cara è turbata o preoccupata, ti capita mai di notarlo subito?
Mai, ho già troppe cose a cui pensare
Quasi mai, anche se in passato è successo
Qualche volta, ma non sempre
Spesso, ho una specie di sesto senso
Sempre, se una persona cara soffre io soffro con lei

31 – Piangi mai per la gioia o il dolore?
No, mai
Raramente e solo per dolore
Qualche volta, quando sono molto triste o felice
Sovente, sia per la felicità che per la tristezza
Ogni volta che provo un’emozione intesa

32 – Provi mai la sensazione che gli altri non ti comprendano, o che siano troppo superficiali per farlo?
Non mi sono mai posto/a il problema
No, però è vero che certe volte le persone sono superficiali
Qualche volta: la gente è molto presa dai propri impegni
Spesso: vedo molta superficialità nelle persone
Costantemente: a volte mi sento un alieno

—————————————————

TOLLERANZA

33 – Una persona a te cara compie un’azione sconsiderata rischiando di danneggiare qualcun altro. Il tuo primo pensiero?
Ho il dovere di farglielo notare, altrimenti un giorno farà del male a qualcuno
Devo farglielo presente in modo che non lo rifaccia
Spero che non lo rifaccia più, altrimenti glielo farò notare
Se non ha fatto danni, non vedo la necessità di farglielo pesare
Quale sarebbe il problema? Nessuno è perfetto

34 – Chi commette un reato, anche grave, ha il diritto di ottenere una seconda possibilità. Sei d’accordo?
Assolutamente No, specialmente se il reato è grave
Generalmente No, ma dipende anche dalle circostanze
Generalmente Sì, ma solo se la persona non è recidiva
Sì, anche in caso di recidiva, ma prima deve scontare la pena
Sì, sempre e comunque: il carcere è inutile e dannoso

35 – I vicini di casa sono piuttosto rumorosi, a volte persino in orari inappropriati. Come reagisci?
La cosa mi fa arrabbiare e vado subito a parlarci
Provo del fastidio e se non smettono entro breve vado a parlarci
Penso che siano un po’ maleducati, ma cerco di portare pazienza
Nessuno è perfetto dopo tutto, quindi lascio correre
Non vedo il problema, tutti noi facciamo rumore di tanto in tanto

36 – Dimentichi facilmente i torti ricevuti?
No, mi restano impressi per sempre
No, prima voglio ricevere delle scuse
Sì e No, nel senso che serve tempo
Sì, nel giro di pochi giorni
Sì, li dimentico immediatamente

—————————————————

CREATIVITA’

37 – Ti viene chiesto di svolgere un lavoro che richiede l’applicazione di regole rigide e precise, ma ti accorgi che potrebbe essere svolto diversamente. Come ti comporti?
Seguo le regole senza metterle in discussione
Seguo le regole ma nel frattempo mi domando come migliorarle
Seguo le regole ma annoto tutto ciò che si potrebbe perfezionare
Seguo le regole che mi sembrano sensate, il resto lo invento
Mi invento nuove regole tutte mie

38 – Che effetto ti fanno le opinioni altrui?
Le considero fondamentali
Le considero importanti anche se non sempre le condivido
Le tengo in considerazione ma poi faccio di testa mia
Dipende da quanto sono interessanti, in generale mi interessano poco
Se sono originali mi interessano, altrimenti no

39 – Dovendo risolvere un problema pratico inaspettato e mai affrontato in precedenza, come ti approcceresti?
Domanderei a qualcun altro di risolverlo
Darei un’occhiata veloce, poi chiederei consiglio a qualcuno
Proverei a capire se sono in grado di risolverlo da solo/a
Mi metterei a studiarlo cercando di capire come funziona
Inizierei a sperimentare poco alla volta per comprenderne i meccanismi

40 – Che tipo di rapporto hai con le novità e i cambiamenti inaspettati?
Non mi interessano
Mi spaventano
Mi turbano e intrigano al tempo stesso
Mi suscitano interesse
Mi eccitano

—————————————————

ACCORTEZZA

41 – Quando qualcuno ti prende in giro per gioco, tendi a cascarci facilmente?
Sì, ci casco sempre
Sì, ci casco spesso
Non proprio, però mi ci vuole un po’ per capirlo
No, di solito me ne accorgo subito
No, non ci casco mai

42 – Sei in grado di smascherare le bugie raccontate dalle altre persone?
Mai: mi faccio ingannare io stesso/a
Raramente: molte volte ci credo io stesso/a
Qualche volta: non mi faccio ingannare tanto facilmente
Spesso: 9 volte su 10 riconosco le bugie
Sempre: ingannarmi è praticamente impossibile

43 – Scegli la descrizione della POLITICA che più si avvicina al tuo pensiero:
La politica è fatta da persone capaci che prendono decisioni ponderate
La politica è fatta da persone esperte elette dalla maggioranza
La politica fa in parte l’interesse del popolo e in parte quello dei politici
La politica è fatta di compromessi, mezze verità, interessi celati
La politica è un teatrino dove ognuno recita una parte

44 – In che modo ti informi prima di firmare un contratto?
Mi accontento delle spiegazioni del proponente
Chiedo spiegazioni e chiarimenti alla controparte
Chiedo informazioni e consigli ad amici e parenti
Faccio qualche ricerca per conto mio e chiedo opinioni in giro
Leggo la documentazione disponibile ed esamino le esperienze altrui

—————————————————

SICUREZZA

45 – Come reagisci quando una persona in posizione autoritaria (es: un genitore, un superiore sul lavoro) ti manca di rispetto, magari senza farlo apposta?
Ci resto malissimo ma non faccio nulla per evitare discussioni
Ci resto abbastanza male ma preferisco passarci sopra
Provo un senso di fastidio e cerco di improvvisare una battuta sarcastica
Resto stupito per un istante e poi rispondo a tono
Resto impassibile, mi prendo un attimo per riflettere, poi rispondo con calma

46 – Quando c’è da prendere una decisione importante e il tempo è limitato, qual è la tua prima reazione?
Mi faccio prendere dal panico
Mi viene l’ansia e mi serve tempo per calmarmi
Mi vengono dei dubbi e chiedo consiglio a qualcuno
Mi concentro subito sulle incognite, poi sugli aspetti conosciuti
Mi rilasso un attimo, poi esamino la questione nel dettaglio

47 – Qualcuno mette in dubbio una tua affermazione, ma tu sei certo/a della sua veridicità: come reagisci?
Provo una forte vergogna e resto bloccato/a
Provo imbarazzo e resto in silenzio per non peggiorare la situazione
Provo imbarazzo ma cerco comunque di difendere la mia posizione
Resto stupito per un attimo e poi spiego la mia posizione
Attendo che la persona finisca il discorso e poi la correggo

48 – Quando la tua opinione viene sminuita o ignorata del tutto, provi:
Un profondo senso di umiliazione
Un senso di delusione
Un po’ di rabbia
Un leggero fastidio che passa velocemente
Niente di particolare, può succedere

—————————————————

AUTONOMIA

49 – Preferisci prendere decisioni autonome ed esserne responsabile, oppure seguire le direttive di qualcun altro senza rischiare nulla?
Preferisco prendere ordini e non avere responsabilità
Preferisco seguire direttive esterne mettendoci un tocco personale
Entrambe le cose: dipende dal contesto
Preferisco prendere decisioni personali, ma poco rischiose
Preferisco prendere decisioni personali, anche se rischiose

50 – Lo scarico del lavandino si ottura all’improvviso, che cosa fai?
Chiamo subito un idraulico
Chiedo consiglio a qualcuno
Cerco di capire il problema prima di decidere il da farsi
Esamino il problema e provo a risolverlo da solo/a
Mi metto subito al lavoro per risolvere il problema

51 – Viaggiare in solitaria, magari in luoghi lontani e misteriosi. Cosa ne pensi?
Troppi pericoli, è una follia
Ci vedo molte incognite, non credo che lo farei
Ci sono dei rischi, ma un tentativo lo farei
Con la giusta organizzazione, perché no?
Mi piace, ma non è per tutti, serve consapevolezza

52 – In quale contesto esprimi il meglio di te in termini produttivi?
In un gruppo numeroso
In un piccolo gruppo
Insieme a poche persone fidate
Da solo con supervisione esterna
Da solo con la massima libertà di gestione

—————————————————

SPIRITUALITA’

53 – Non è segno di buona salute mentale essere ben adattati ad una società profondamente malata
Come interpreti questa frase?

Non so come interpretarla
Parla delle società arretrate e dei poveretti che ci vivono
Parla dei lati negativi della società e delle persone che ne approfittano
Si riferisce al fatto che la società ha dei lati disumani e molti non se ne accorgono
Significa che le persone si adattano al mondo senza metterlo in discussione

54 – Eccoti 5 gruppi di concetti e azioni pratiche. Scegli quello che trovi più interessante:
Ricchezza – Successo – Popolarità – Bellezza esteriore
Guadagno – Possesso – Fare – Divertimento
Lavoro – Stabilità – Condividere – Viaggiare
Percezione – Azione – Giustizia – Integrità
Intuizione – Conoscenza – Divenire – Verità

55 – La società diventerebbe migliore e più vivibile se:
Tutti fossero più ricchi
Tutti avessero uno lavoro adatto alle proprie ambizioni
I politici si impegnassero seriamente a favore del popolo
Le persone fossero meno egoiste e più solidali
Le persone rinunciassero alle illusioni e ricercassero la verità

56 – Cosa aggiungeresti al mondo per renderlo un posto migliore?
Denaro
Lavoro
Equità
Ideali
Conoscenza

—————————————————

IRONIA

57 – Gradisci le battute spiritose durante le conversazioni?
Per niente, mi danno molto fastidio
Poco, specialmente quando l’argomento è serio
Sì e No, nel senso che dipende dal contesto
Abbastanza, purché non rendano sciocco il discorso
Molto, sono fondamentali per alleggerire i discorsi

58 – Ridi spesso quando guardi film e video di stampo comico?
Praticamente mai
Raramente
Abbastanza
Spesso
Costantemente

59 – Come reagisci quando un conoscente fa un commento sarcastico su di te, magari esagerando qualche tuo lato caratteriale?
Mi sento molto offeso/a
Mi indispettisco, poi mi passa
Resto sorpreso, poi sorrido
Ci rido sopra
Ci rido sopra e continuo il discorso prendendomi in giro da solo/a

60 – Quando una determinata situazione diventa tesa, una battuta sdrammatizzante…completa la frase
Sarebbe totalmente fuori luogo
Non sarebbe del tutto appropriata
Potrebbe alleggerire la tensione
Sarebbe certamente apprezzata
Sarebbe assolutamente necessaria

—————————————————

EGOISMO

61 – Rispetti maggiormente le persone che:
Rispetti tutti quanti allo stesso modo
Ti rispettano a loro volta
Si mostrano disponibili nei tuoi confronti
Potrebbero aiutarti in caso di bisogno
Ti sono utili in qualche modo

62 – Un conoscente ha bisogno del tuo aiuto, ma questo significherebbe rinunciare al tuo programma per la serata. Come ti comporti?
Lo aiuto senza pensarci su due volte
Vedo se esiste un modo per aiutarlo senza rinunciare alla mia serata
Non sono sicuro, vorrei aiutarlo però mi scoccia perdere la serata
Invento una scusa per evitare che insista
Cerco di capire cosa posso guadagnarci se accetto

63 – Saresti disposto/a, in cambio di un grosso beneficio personale e della certezza di non essere scoperto/a, a mettere in pericolo uno sconosciuto?
No, per nessuno motivo
No, ma vorrei sapere cosa rischia lo sconosciuto
Non saprei, dovrei rifletterci sopra
Dipende dalla consistenza del beneficio personale
Sì, al 100%

64 – Quando fai un regalo ad una persona, ti aspetti che:
Non ti aspetti nulla, semplicemente ti andava di farlo
La persona apprezzi il gesto
La persona gradisca il regalo
La persona ti faccia un regalo a sua volta
La persona si senta in debito con te

65 – ULTIMA DOMANDA: ETA’
Quanti anni hai?
0-20
21-30
31-40
41-50
51+

————————————-

RISULTATI TEST – PROFILI 16 TRATTI DI PERSONALITA’

————————————-

SOCIEVOLEZZA
Nome, sei una persona decisamente schiva e amante della solitudine. Fai di tutto per ridurre al minimo le occasioni di interazione sociale, proprio come un vero lupo solitario.
Nome, sei un individuo riservato e abbastanza schivo. Quando c’è da confrontarsi con gli altri non ti tiri indietro, tuttavia cerchi di tagliare corto.
Nome, dimostri di saper equilibrare il bisogno di ritagliarti momenti tutti per te con quello di socializzare. Non sei dunque un gregario ma nemmeno un lupo solitario.
Nome, manifesti una spiccata tendenza espansiva, ossia il bisogno di stare in mezzo agli altri ed interagire socialmente. Questo fa di te una persona amichevole e disponibile.
Nome, sembri letteralmente adorare la compagnia e lo stare in mezzo agli altri. Vivere significa, per te, fare esperienze insieme ad altre persone.

RAZIONALITA’
Comunque sia il tuo modo di essere lascia trasparire una notevole dose di passionalità, il che significa che rifletti poco prima di agire.
Ciò nonostante dal punto di vista razionale propendi per la semplificazione e la rapidità: insomma preferisci agire piuttosto che perderti in inutili riflessioni.
Dal punto di vista razionale risulti invece essere abbastanza equilibrato/a, nel senso che rifletti quando c’è da farlo, benché tu prediliga il fare al ponderare.
La tua componente razionale è invece piuttosto marcata, nel senso che tendi a riflettere e ponderare prima di muoverti, senza che questo ti impedisca di agire.
Quello della razionalità è certamente un tratto dominante del tuo profilo psicologico, infatti hai l’abitudine di fermarti a ragionare e calcolare prima di compiere qualsiasi azione.

EMOTIVITA’
L’emotività non è un problema per te, e con questo intendiamo dire che sai tenerla sotto controllo in maniera esemplare. Il tuo autocontrollo è assoluto.
Sul fronte emotivo presenti un invidiabile equilibrio fra impulsività ed autocontrollo. Sai tenere a bada le emozioni pur evitando di sopprimerle del tutto.
In tema di gestione delle emozioni va rilevato un discreto, seppur delicato, equilibrio fra impulsività ed autocontrollo. Puoi capitarti di perdere le staffe, ma non è la regola.
Per quanto concerne la gestione delle emozioni bisogna segnalare che l’autocontrollo non è il tuo forte. Vivi con intensità le emozioni e fatichi a tenerle a bada.
Riguardo alla gestione dell’emotività pare che tu possieda scarso controllo sulle tue emozioni, lasciandoti costantemente sopraffare dall’impulsività quando qualcosa ti turba.

PERFEZIONISMO
Il perfezionismo non è cosa tua. Ti accontenti delle cose così come sono e non avverti mai il bisogno di metterti in gioco. Troppa fatica per niente!
Il perfezionismo non è fra i tuoi tratti di personalità principali; diciamo che solitamente ci metti la buona volontà, poi però tendi a scoraggiarti facilmente.
Il perfezionismo è una sorta di croce e delizia per te: da un lato vuoi fare le cose per bene, ma dall’altro ti manca la spinta necessaria per andare fino in fondo.
Faciloneria o pignoleria? Tu propendi per la pignoleria, ma senza esagerare, trovando in questo modo una forma di equilibrio che funziona nella maggior parte dei casi.
Perfezionismo? Per te è una vera e propria missione! Le cose fatte male le lasci volentieri agli altri: ciò che ti riguarda deve essere inappuntabile.

VIVACITA’
Poi c’è la pigrizia, tanta tanta pigrizia. Non ti si può certamente definire una persona vivace e reattiva, diremmo piuttosto svogliata e insofferente.
Poi c’è la tua scarsa vitalità, sebbene certe volte anche tu percepisca l’esigenza di agire ed essere attivo, sì, ma con molta moderazione.
Poi c’è la vivacità, intesa come contrasto fra pigrizia e dinamicità. Tu ti posizioni a metà via, esibendo un atteggiamento attivo quando sei in forma e indolente quando l’umore non è propizio.
Poi c’è la tua intensa vitalità, che ti rende poco propenso/a a temporeggiare in favore di un atteggiamento più dinamico e produttivo. Quando c’è da rimboccarsi le maniche tu non ti lasci intimorire.
Poi c’è la tua straordinaria dinamicità, che ti rende estremamente attivo/a e per niente incline all’ozio. Sei l’esatto opposto della pigrizia.

ESTROVERSIONE
Al contempo traspare una profonda spinta verso l’introversione, la quale fa di te un individuo introspettivo e interessato essenzialmente al proprio mondo interiore.
Contemporaneamente si fa strada una predominanza verso l’introversione, e insieme ad essa il bisogno di prendersi delle pause dalla società percepita come troppo veloce e caotica.
Al contempo si registra un grado di estroversione nella media, il quale fa di te un individuo interessato alla considerazione altrui pur riuscendo a ritagliarsi momenti solo per sé.
Contemporaneamente si fa largo un notevole grado di estroversione, il quale ti rende bisognoso delle attenzioni altrui e poco incline a ritagliarti momenti di isolamento.
Al contempo si fa strada prepotentemente il tuo lato estroverso, il quale fa sì che tu vada costantemente in cerca di compagnia e della considerazione altrui.

COSCIENZIOSITA’
In fatto di coscienza e consapevolezza viene a galla un generalizzato disinteresse verso le potenziali conseguenze delle tue azioni sugli altri. Un misto di menefreghismo e incoscienza.
In fatto di coscienza e di rispetto verso gli altri vengono a galla delle lacune. Tu vieni prima degli altri, dunque devi essere libero/a di fare quello che vuoi anche a discapito degli altri.
In termini trascendentali potresti essere definito/a come una coscienza in fase di dormiveglia. Ciò accade poiché ti rendi conto di comportarti in modo non sempre sensato, ma la forza dell’abitudine è più forte della spinta all’automiglioramento.
In fatto di coscienza sei ben dotato/a, ma ancora perfettibile. Di tanto in tanto ti lasci ancora trasportare dal pilota automatico finendo per agire con poca consapevolezza.
In termini coscienziali ti si potrebbe definire un/a risvegliato/a! Sei sempre ben presente e consapevole delle tue azioni, mai superficiale ed avventato/a.

SENSIBILITA’
Veniamo ora al tema della sensibilità. Le tue risposte denotano una mancanza quasi totale di empatia ed attenzione nei confronti del prossimo. Sei concentrato/a su te stesso/a.
Veniamo adesso alla questione della sensibilità. Le tue risposte denotano una bassa attenzione nei confronti del prossimo e del sentire in generale. Sei concentrato sulla concretezza.
Esaminiamo ora il tuo lato sensibile. Le tue risposte palesano un buon compromesso fra sentire e toccare con mano, il che significa che sai essere percettivo/a senza sfociare nell’iper-emotività.
Prendiamo ora in esame il tuo lato sensibile. Le risposte fornite mettono in luce un atteggiamento empatico e compassionevole, attento al sentire altrui e per questo non sempre di facile gestione.
Prendiamo ora in considerazione il tuo lato sensibile. Le tue risposte mettono in luce un atteggiamento ipersensibile, nel quale empatia e compassione rischiano di offuscare la percezione della realtà.

TOLLERANZA
Il tema della sensibilità è strettamente collegato a quello della tolleranza, e tu manifesti un bassissimo livello di sopportazione nei riguardi delle ingiustizie e più in generale della maleducazione.
Il tratto della sensibilità si collega a quello della tolleranza, e tu manifesti uno scarso livello di sopportazione nei riguardi dell’ingiustizia e più in generale della prepotenza.
L’ambito della sensibilità è strettamente collegato a quello della tolleranza, e in questo caso tu manifesti un livello ordinario di sopportazione nei riguardi delle ingiustizie e dell’inciviltà.
Il tema della sensibilità ci conduce direttamente a quello della tolleranza, e in questo settore ti rendi piuttosto accondiscendente e ben disposto verso il prossimo.
L’ambito della sensibilità ci porta a quello della tolleranza, e in questo settore ti rendi esageratamente disponibile e aperto verso il prossimo, facendo del perdono una sorta di passepartout.

CREATIVITA’
La sfera creativa non è pervenuta. Quando c’è da scegliere fra due strade, senza alcun dubbio tu sceglierai quella più battuta. Si chiama conformismo.
La sfera creativa è tendenzialmente carente. Ti piace insomma crogiolarti nella convenzionalità, seppur con qualche sprazzo di originalità di quando in quando.
La sfera creativa è presente, ma non particolarmente sviluppata. Diciamo che si piazza nella media, quindi non sarai un artista ma non ti si può nemmeno definire uno qualunque.
In compenso possiedi una creatività non comune: le convenzioni tendono ad andarti strette e ci sono momenti in cui percepisci l’urgenza di fare qualcosa di originale e unico.
In compenso sprigioni una creatività fuori dal comune: la convenzionalità ti annoia e ti motiva a cercare qualcosa di più stimolante, che non sia necessariamente utile o sensato.

ACCORTEZZA
In materia di ingenuità, invece, dimostri di credere a tutto e di farti anche ingannare facilmente. La tua fiducia nelle persone e nel mondo ti permette di trovare del bene ovunque.
In materia di ingenuità, invece, dimostri di essere abbastanza credulone. Chi volesse ingannarti non troverebbe grossi ostacoli, e questo per via del tuo atteggiamento fiducioso verso in mondo.
In materia di accortezza, invece, dimostri di essere poco malizioso/a ma non del tutto ingenuo/a. Se qualcuno cercasse di ingannarti non dovrebbe sottovalutarti poiché non sei un credulone.
In materia di accortezza, invece, dimostri di essere piuttosto smaliziato/a sebbene non del tutto malpensante. Non ti fai fregare facilmente e il tuo sesto senso non fa sconti.
In materia di accortezza, invece, dimostri di essere del tutto smaliziato/a e disincantato/a nei confronti del mondo. Comprendi che le cose non sono quasi mai come sembrano e lo tieni ben presente.

SICUREZZA
C’è però da dire che vai in crisi facilmente quando devi fare affidamento sulle tue capacità, palesando così un basso grado di sicurezza personale e una forte sottomissione al prossimo.
C’è però da dire che incontri delle difficoltà quando devi contare sulle tue capacità personali, palesando dunque un limitato grado di sicurezza personale e una tendenza alla sottomissione.
C’è poi da dire che sei dotato/a di un normale grado di fiducia in te stesso/a, riuscendo dunque a cavartela da solo/a nella maggior parte delle situazioni, ma non sempre.
C’è poi da annotare un elevato grado di fiducia in te stesso/a, il quale ti consente di farti valere nella maggioranza dei casi senza divenire arrogante.
C’è poi da annotare un eccellente grado di sicurezza personale, il quale ti consente di farti rispettare e valere anche nelle situazioni più scabrose.

AUTONOMIA
Dopo la sicurezza di sé viene l’autonomia. In questo campo sei purtroppo estremamente carente. Pare che tu abbia bisogno degli altri per fare qualunque cosa.
Dopo la sicurezza di sé viene l’autonomia. Questo tratto di personalità è poco presente, perciò ti ritrovi a dover fare affidamento sugli altri frequentemente.
Dopo la sicurezza di sé non può mancare il tratto dell’autonomia. In questo campo sei mediamente dotato/a, perciò sai arrangiarti quando proprio non c’è alternativa, benché non disdegni l’aiuto esterno.
Subito dopo la sicurezza di sé viene l’autonomia. In questo campo sei ben dotato/a, perciò sei capace di arrangiarti quando serve, pur non rifiutando un aiuto esterno se necessario.
Subito dopo la sicurezza di sé viene l’autonomia. Questo tratto di personalità è preponderante, perciò sei perfettamente capace di arrangiarti e raramente necessiti di un supporto esterno.

SPIRITUALITA’
Il binomio materialismo-spiritualità pende indiscutibilmente verso la sfera materiale: ogni cosa deve avere un prezzo e un’utilità, il resto semplicemente non esiste.
L’eterna lotta fra materialismo e spiritualità si risolve a favore della materia: il trascendente non ha molta presa su di te e prediligi decisamente il tangibile rispetto all’etereo.
Materialismo o Spiritualità? Nessuno dei due. In quest’ambito ti posizioni esattamente a metà via, indicando un certo interesse verso oggetti e denaro senza chiudere del tutto le porte all’intangibile.
Inoltre in ambito spirituale ti posizioni abbastanza bene, ossia più dalla parte dello spirito che della materia, ma pur sempre con un certo interesse nei confronti delle cose terrene.
Inoltre in ambito spirituale ti posizioni ad un livello estremamente elevato, privilegiando il trascendente rispetto all’immanente, cosa assai rara.

IRONIA
Il mondo spirituale ci accompagna verso quello dell’ironia, infatti pare esserci un legame fra i due, altrimenti perché definire spiritosa una persona che ama scherzare? Ecco, questo non è decisamente il tuo caso, essendo tu estremamente serioso/a e permaloso/a.
Il mondo spirituale ci accompagna verso quello dell’ironia, infatti pare esserci un legame fra i due, altrimenti perché definire spiritosa una persona che ama scherzare? Purtroppo questo non pare essere il tuo caso, essendo tu più propenso/a alla seriosità che all’ironia.
Il mondo spirituale ci accompagna verso quello dell’ironia, infatti pare esserci un legame fra i due, altrimenti perché definire spiritosa una persona che ama scherzare? Nel tuo caso troviamo un discreto bilanciamento fra serietà e ironia, infatti sai apprezzare le battute di spirito purché non travalichino il limite della decenza.
Il mondo spirituale ci accompagna verso quello dell’ironia, infatti pare esserci un legame fra i due, altrimenti perché definire spiritosa una persona che ama scherzare? Nel tuo caso evidenziamo una notevole dose di ironia, quindi ami scherzare e ridere in abbondanza, almeno finché il discorso non viene mandato in malora.
Il mondo spirituale ci accompagna verso quello dell’ironia, infatti pare esserci un legame fra i due, altrimenti perché definire spiritosa una persona che ama scherzare? Nel tuo caso l’ironia sembra farla da padrona, arrivando persino a superare il limite in determinate circostanze. Per dirla papale papale: a volte diventi un pochino puerile.

EGOISMO
Ora prendiamo in esame l’ultimo dei tratti di personalità: l’egoismo. Esiste anche una forma positiva di egoismo, ma questo purtroppo non è il tuo caso. Il tuo è un egoismo immorale, spietato, disposto a tutto pur di essere soddisfatto.
Ora prendiamo in esame l’ultimo dei tratti di personalità: l’egoismo. Esistono anche forme di egoismo salutari, tuttavia nel tuo caso si tratta di egoismo fine a se stesso, a tratti brutale e in generale poco interessato alle sorti del prossimo.
Adesso concentriamoci sull’ultimo dei tratti di personalità: l’egoismo. Non sempre l’egoismo è dannoso per il prossimo, tant’è vero che nel tuo caso appare una tendenza a valutare caso per caso, senza tuttavia grandi riferimenti morali. Come si suol dire: l’occasione fa l’uomo ladro (ma anche la donna).
Ora concentriamoci sull’ultimo dei tratti di personalità: l’egoismo. Esiste anche una forma positiva di egoismo, e questo sembra essere il tuo caso. La tua tendenza è quella di valutare caso per caso e di esercitare la moderazione.
Adesso prendiamo in esame l’ultimo dei tratti di personalità: l’egoismo. Nel tuo caso si può tranquillamente parlare di altruismo, tant’è vero che davanti alla scelta se aiutare te stesso/a o il prossimo, scegli sempre l’altro.

ETA’
0-20 : In conclusione vogliamo dirti che sei ancora molto giovane e che la tua personalità è in evoluzione, perciò questo profilo cambierà sicuramente corso nel tempo regalandoti qualche sorpresa. Torna a trovarci fra qualche anno!

21-30 : In conclusione vogliamo segnalarti che sei ancora abbastanza giovane e che il tuo profilo psicologico continuerà ad affinarsi nel corso del tempo riservandoti addirittura delle sorprese. Torna a farci visita più avanti!

31-40 : In conclusione vorremmo segnalarti che alla tua età il profilo psicologico tende a stabilizzarsi, tuttavia può ancora subire qualche aggiustamento e persino qualche sorpresa. Torna a farci visita!

41-50 : In conclusione vorremmo farti notare che alla tua età il profilo psicologico si è generalmente già stabilizzato, pertanto è improbabile che subisca degli stravolgimenti. Comunque nella vita non si sa mai!

51+ : In conclusione ci teniamo a precisare che superati i 50 anni è raro che la personalità di un individuo subisca dei cambiamenti radicali, essendosi ormai assestata. Comunque sia non vi è nulla di certo e magari fra qualche anno potrai tornare a trovarci.

Vai al IL GRANDE TEST DELLA PERSONALITA’ – INTEGRALE

Torna in Cima